Tre rimedi naturali per rinforzare le difese immunitarie

1° puntata: Echinacea

L’echinacea è una pianta erbacea perenne della famiglia delle Asteracee che agisce molto bene nei confronti del sistema immunitario aiutando quindi il nostro corpo a difendersi dai microrganismi patogeni sia in fase di prevenzione che una volta sopraggiunte le malattie.

Una recente ricerca clinica ha messo in luce come un prodotto a base di erbe contenente uno speciale estratto di radice di echinacea sia risultato efficace quanto il farmaco convenzionale Oseltamivir (Tamiflu) per il trattamento precoce dell’influenza. In particolare questa pianta è in grado di stimolare il sistema immunitario macrofagico e può essere utile anche nei confronti delle malattie da raffreddamento in fase preventiva. In questo caso un trattamento a base di questa pianta va fatto per almeno 3 mesi prima del periodo in invernale quando è più facile ammalarsi.

Grazie all’azione antivirale, antibatterica, immunostimolante e antimicrobica svolta dalle alchilamidi, dai polisaccaridi, dalle glicoproteine e dai derivati dell’acido caffeico presenti all’interno dell’echinacea, l’utilizzo di questa pianta può costituire un grande aiuto per il trattamento del raffreddore e dei suoi sintomi, della febbre e delle affezioni delle vie respiratorie, come tosse e bronchiti.

Controindicazioni

Non assumere echinacea in caso di ipersensibilità accertata verso uno o più componenti, o di eritema nodoso. Inoltre, a causa della sua attività stimolante sul sistema immunitario, l’utilizzo di questa pianta non dovrebbe essere effettuato in pazienti con un sistema immunitario iperattivo

Infine, a scopo precauzionale, si sconsiglia l’utilizzo dell’echinacea in gravidanza e durante l’allattamento.

Commenti