La stipsi è il problema gastrointestinale più diffuso in Italia. Si stima che 10 milioni di italiani ne soffrano e che , quindi, siano alla ricerca di rimedi contro la stitichezza.

Cos’è la stipsi?

Per stipsi, o stitichezza, s’intende un ritardo o un’insufficienza nell’evacuazione delle feci.

Si ritiene che di norma una frequenza fisiologica corrisponda ad almeno 3 volte alla settimana.

Le cause possono essere patologiche (emorroidi, ragadi, diverticolite), legate a particolari condizioni (gravidanza, sedentarietà) oppure connesse con l’alimentazione.

Principalmente colpiti da questa condizione sono gli anziani e le donne.

Rimedi

Parlare di rimedi contro la stitichezza su un articolo di blog può essere complicato. In particolare, se la causa scatenante è patologica è necessario chiedere l’aiuto del medico.

Possiamo, però, analizzare il da farsi se la condizione di fastidio è dovuta a particolare mancanze nell’alimentazione.

La dieta come rimedio contro la stitichezza ha come scopo quello di accelerare e normalizzare il transito intestinale.

Il primo passaggio non può che essere quello di aumentare l’apporto di fibre. Puoi farlo mangiando alimenti come avena, cereali integrali, carciofi, crusca (senza esagerare), semi di lino, prugne secche o kiwi.

Dovrai evitare invece alimenti detti astringenti. Ricordiamo tra gli altri il limone, il riso, le banane, i mirtilli ed il tè.

Perché proprio le fibre?

Le fibre hanno la caratteristica unica di assorbire molta acqua. In questo modo non solo la massa fecale aumenterà, ma inoltre le feci diventeranno più morbide, il che faciliterà il transito intestinale.

Per questo motivo, una buonissima strategia può essere quella di bere di più, in modo da aumentare l’acqua assorbita dalle fibre.

Un ultimo consiglio da seguire è quello di consumare i tuoi pasti lentamente. Migliorerai la digestione e questo ti aiuterà a combattere la stitichezza.

Non esitare, lascia un commento e ponici le tue domande. Saremo felice di risponderti!
Condividi il nostro articolo con i tuoi amici, lo apprezzeranno 😀
Tali indicazioni non devono in alcun modo sostituirsi al parere del medico curante o di altri specialisti sanitari del settore che hanno in cura il paziente.

 

Commenti