Le straordinarie propietà dei semi di lino

semi di lino rappresentano un ingrediente benefico utile da inserire nella dieta per favorire il buon funzionamento del nostro organismo. Sono conosciuti sia per l’alto contenuto di minerali che per le proprietà emollienti e protettive. Molto utilizzati nella cosmesi per la cura dei capelli, sono in realtà utilissimi anche contro cistite e stipsi.

L’alto contenuto di minerali (in particolare fosfororamemagnesio e manganese), di proteine (20%) e lipidi (40%) fanno dei semi di lino delle piccole preziose perle di salute.

Sono una delle fonti vegetali più preziose degli acidi grassi omega 3 e risultano perfetti per chi segue una dieta vegetariana o vegana, ma dovrebbero essere consumati da tutti. Proprio  per l’elevato quantitativo di questi lipidi, aiutano l’organismo a nella prevenzione delle malattie del sistema cardiovascolare quali ipertensione ed ipercolesterolemia. Inoltre, l’assunzione dei semi di lino migliora le capacità digestive ed il loro consumo è indicato durante la menopausa per prevenire l’osteoporosi ed altre patologie alle ossa, al cuore e all’apparato digerente.

Assumere regolarmente i semi di lino è di aiuto contro la stitichezza e la cistite – grazie all’azione emolliente a beneficio dell’intestino e dell’apparato urinario – e fornisce proteinevitamine del gruppo B e sali minerali come il fosforo, il magnesio, il rame ed la manganese.

I semi di lino rinforzano, poi, il sistema immunitario e contribuiscono alla depurazione dell’organismo, oltre ad essere di aiuto nella prevenzione del tumore al seno, alla prostata ed al colon. Questo prezioso alimento combatte, poi, emorroidiascessiinfiammazioni della gola e dolori reumatici. Inoltre, il consumo regolare di semi di lino favorisce lo sviluppo della corteccia celebrale del bambino durante la gravidanza.

Dai semi, in più, si può ricavare l’olio di lino attraverso spremitura a freddo. Date le sue straordinarie qualità antiossidanti ed antinfiammatori,  viene utilizzato in campo alimentare per alleviare i fastidi dovuti alle emorroidi ed anche per regolare la funzione intestinale. Risulta ottimo anche in cosmesi come olio per i messaggi che come nutriente per i capelli secchi, sfibrati e danneggiati mediante impacchi prima del lavaggio.

Quello del lino è un seme insapore, proprio per questo non possiede qualità culinarie particolari; è certamente più apprezzato per le sue proprietà curative. La parte esterna dei semi di lino è particolarmente dura, perciò per utilizzarli in cucina vanno frantumati con l’aiuto di un mortaio.
 Come la maggior parte dei semi oleosi, i semi di lino sono perfetti per arricchire insalate o muesli.

 

Commenti