Farmaci e caldo, un mix pericoloso!

Oltre i 25°C molte medicine si alterano diventando tossiche o inefficaci, pertanto non andrebbero lasciate al caldo o in auto per ore sotto il sole.

Alle alte temperature, ad esempio, può sciogliersi la colla dei farmaci in cerotto, come anticoncezionali, terapia ormonale sostitutiva o antinfiammatori, rendendo difficile l’adesione alla pelle. Per quanto riguarda sciroppi e colliri, invece, possono alterarsi gli eccipienti che consentono l’assorbimento degli attivi, riducendone l’efficacia. Le pomate antinfiammatorie al calore vedono separarsi le sostanze grasse, che veicolano i principi attivi. In estate, poi, sarebbe meglio evitare l’aspirina in forma effervescente, più sensibile al calore: potrebbe risultare inefficace o dare problemi allo stomaco.

Le 8 regole per proteggere i farmaci dal caldo

  1. Leggere sempre attentamente le modalità di conservazione indicate. Qualora queste non fossero specificate, conservare il prodotto a temperatura inferiore ai 25 gradi in luogo fresco e asciutto.
  2. Se si utilizzano spray evitare l’esposizione al sole o a temperature elevate e utilizzare contenitori termici per il loro trasporto.
  3. e si è in cura con farmaci a base di insulina occorre avere sempre ben presente che vanno conservati in frigorifero; se si devono affrontare lunghi viaggi per il loro trasporto va usata una borsa termica che li mantenga alla giusta temperatura.
  4. I portapillole. Non fare uso di contenitori (portapillole) non appositamente destinati al trasporto di farmaci, in quanto potrebbero facilmente surriscaldarsi o rilasciare sostanze nocive, alterando così le proprietà del medicinale.
  5. Meglio compresse e capsule. Nel caso di un farmaco presente in diverse forme farmaceutiche e in assenza di specifiche controindicazioni (per esempio la difficoltà di deglutizione), vanno preferite le formulazioni solide rispetto a quelle liquide che, contenendo acqua, sono in genere maggiormente sensibili al caldo
  6. In auto, mai nel bagagliaio. Trasportare i farmaci nell’abitacolo condizionato o in un contenitore termico. Evitare invece il bagagliaio che potrebbe surriscaldarsi eccessivamente.
  7. In aereo. Collocare i farmaci nel bagaglio a mano. In caso di flaconi liquidi di medicinali già aperti, vanno mantenuti in posizione verticale. Chi è in cura con medicinali salvavita li porti in cabina con le relative ricette di prescrizione, perché potrebbe essere necessario esibirle durante i controlli di sicurezza.
  8. Attenzione all’aspetto. Qualora l’aspetto del medicinale che si utilizza abitualmente appare diverso dal solito o presenta dei difetti (presenza di particelle solide in sospensione o sul fondo, cambio di colore o di odore, modifica di consistenza) consultare sempre un operatore sanitario qualificato prima di assumerlo.

Commenti